Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

nozzedoro
Poesia di Wislawa Szymborska

Nozze d'oro

Un tempo dovevano essere diversi,
fuoco e acqua, differire con veemenza,
depredarsi e donarsi nel desiderio,
nell’assalto alla dissomiglianza.
Abbracciati, si sono espropriati e appropriati

così a lungo, che tra le braccia restò l’aria
diafana dopo l’addio delle folgori.
Un giorno la risposta anticipò la domanda.
Una notte intuirono l’espressione dei loro occhi
dal tipo di silenzio, al buio.
Il sesso sbiadisce, si consumano le reticenze,
si incontrano nella somiglianza le differenze,
come tutti i colori nel bianco.
Chi di loro è duplicato e chi non c’è?
Chi sorride con un duplice sorriso?
La voce di chi risuona per due voci?
All’asserire di chi annuiscono cortesi?
Con il gesto di chi portano il cucchiaio alla bocca?
Chi ha tolto la pelle a chi?
Chi è vivo e chi è morto qui,
impigliato nelle linee di quale mano?
A forza di fissarsi nascono i gemelli.
La familiarità è la migliore delle madri
e non fa preferenze tra i suoi due pargoli,
a malapena ricorda chi è chi di quelli.
Nel giorno delle nozze d’oro, giorno solenne,
il medesimo colombo si posò sul balcone.

Leggi le Poesie di Wislawa Szymbrosca

Leggi le Frasi di Wislawa Szymbrosca

Acquista i migliori libri di Poesie di Wislawa Szymborska

Commenti

Potrebbero interessarti