Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Walter Tresoldi
Il pascolo

Dopo un lungo giro per i prati
costeggiando chiese baite e travate
vieni - e mi parli di strade che hai
sognato e in sogno hai percorso -
più reali del reale - costruite male.

Il metro s'è disciolto tra salite
discese e curve in ombra e sole -
Non ricordi né paesi né persone
e nessuno a misurare i tempi.
Affondavi a sera in un altrove.

Di cos'è fatta questa linfa amara
che ci prende la mano e la mente
e ci conduce a passeggiare largo
come bestie mansuete e innocue
fino all'ultimo confine morto?

Più reali del reale fino al momento
di rientrare nell'ora e nel presente.
Affondavi a sera in un altrove
ma riemergi adesso nel progetto:
va dimenticato il pascolare.