Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Versasti lacrime

Versasti lacrime quel giorno anche tu
quando l'atroce dubbio l'anima ti trafisse,
neanche in teca d'oblio che sigilla
il passato, ma non lo cancella, pietà trovai.
Pure,la partenza non rinviai.
L'asse che strideva sotto l'ultima carrozza
verso la piccola stazione del paese
brucia tuttora nella mente.
Versasti lacrime quel giorno anche tu,
ora non più: da tempo giaci
nell'oscuro silenzio della terra.
Se nel meriggio estivo percorro
la strada di campagna,allora tanto
amica,ora coperta d'alta erba
e da pungenti rovi,mi sorprendo
che esista ancora. Là il frinire intenso
delle cicale disturba il sonno di Pan.
Versasti lacrime quel giorno anche tu,
ma di più non dico.