Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Un gatto ignoto

Grondava di bava il muro

aggredito da mille lumache

al leggero chiaro di luna.

Il sospiro di vento

che scendeva dal remoto colle

si posava su tenere foglie

a depredare il loro verde

profumo di vita.

Lungo; la siepe fiorita

sfavillavano nel buio. Vuoto

lasciava in un baleno

il piccolo catino di latte e non finiva

di strusciarsi alle mie gambe

con flessuosa e viva grazia.

Tra le fusa del felino

ti scagliavo dolci e feroci pensieri,

dall'altana tu guardavi scorrere

il tempo che le nubi cavalcavano

per il cielo tutto blu.

Commenti

Potrebbero interessarti