Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

rivalità
Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Rivalità tra poeti

Balbetti, squittisci,
le tue smorfie letterarie non m'incantano,
finiscila di frugare tra i miei versi,
di fare il verso al senso giusto,
parole in libertà le tue.
C'è nel tuo cuore tanta povertà,
a chi vuoi darla a bere la tua follia,
la tua lingua dissalata, scialba,
mescolata d'angeli e demoni.


Me ne sto lontano,
d'altronde è pronta la mia mente
al viaggio che è mistero,
profondo e nero,
e d'altro non ha bisogno
se non d'un breve sogno
che come lacrime goccia a goccia
scende a rigare il cuore
dove un po' d'amore sboccia.
Vuote ossa sonore,
hai detto dei miei versi,
sarà vero ma non m'importa,
per me bronzea buccina
all'anima che ogni mattina
mi aiuta a sbriciolare
questo angusto tempo che resta,
in attesa di chiudermi nel guscio dell'ultima sera,
dove non so se la memoria dirà ancora di me...
un tempo c'era!

Potrebbero interessarti