Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

alba
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Poesia 

Poesia, alba e tramonto
di parole tu sei,
il cuore mi stringi quando penso
alle prime sillabe che pronunciai
da bambino. Appresi la parola
vento, parola di sogno, quando
un giorno dietro i vetri della finestra
vidi agitarsi furiosamente le cime
degli alberi. Mi meravigliai che
le fronde fossero così forti da generare
quella violenza, finché la madre
sciolse con tenerezza il mio dubbio.
Quando penso alle ultime che la vita
nell'andarsene mi concederà di pronunciare
vorrei che fossero le sillabe di perdono,
perdono al mondo, perdono
alla terra per il fastidio arrecato dal mio
lungo scalpiccìo e per il tempo necessario
a fondere nelle sue zolle la mia carne,
misera preda della morte.
Ma le parole più belle, poesia, sono quelle
che tu dirai nell'alluvione di luce del mistero
della infinita notte che aspettiamo!

Se vuoi leggere la Biografia di Vincenzo Fiaschitello

Potrebbero interessarti