Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Odore di ventosa ebbrezza

A balzi scendemmo giù
per la collina,spinti
da folle terrore di serpe
intravista appena.
Realtà o fantasia?
Non saprei più dire.
Scorgevamo a stento il fondo,
non ci fermammo che giù
sulla strada maestra da dove
vergognosi come ragazzi
gli occhi volgemmo su
e con nostalgia l'erta
guardammo ricoperta
d'erba medica ambito
pasto delle placide mucche.
Odore di ventosa ebbrezza
a lungo coprì la memoria
dell'azzurro cielo tagliato
dai monti alpini.
Insana corsa ruzzolosa
più del tempo giovanile
della nostra vita!