Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
La volpe


Il fuoco ho sognato, fumante
diserbante, che bruciava idee
come gli alberi del bosco
di Baulì che racchiuse l'amore
della mia adolescenza per la natura
entro le tende di un campeggio
presso un fresco rivo d'acqua.
Ma forse erano gli aceri centenari
del parco d'Abruzzo. E qui,
pur nel profondo sonno, il cuore
ha sobbalzato di timore per una piccola
volpe che la sera prima sostava
nella radura, appena accennata,
lungo l'asfalto della strada.
Non ravvisavo in quel piccolo essere
dalla piumata coda elegante
la volpe così spesso infamata dai poeti!
Sei fuggita dalle fiamme e dalla cenere,
( e dal collo di una donna! ), amica volpe,
pur sei rimasta nel cuore e nel breve scatto
di luce, mentre con fiducia prendevi
dalle nostre mani un pane e un biscotto.

A Graziella e Salvatore