Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
L'avventura


Prima che il tempo ogni cosa devasti,
tra fiorite rose ti allevo mia speranza
dell'avventura. Stelle del cielo vigilate
quest'ultimo tratto di strada,lastricata
di rocce ingrigite da etereo fuoco
e tu luna,da sempre amica degli innamorati
più che degli astronauti che mute intatte
orme hanno impresso sul tuo polveroso suolo,
tienimi lontano da spazio necessità tempo,
dure trappole della vita; nobilita l'involontario
soggiorno sulla terra,non farmi dimenticare
che la vita è pur sempre un prestito della morte.
Un uccello senza nido stabile mi vuole
l'avventura,mi spinge ad aborrire il ristagno
della vita,ad essere di casa in qualsiasi
straniero luogo: duplice nostalgia l'andare
e il ritorno,sintesi di divenire ed essere.
Amore per l'equivoca bellezza dell'avventura
simile all'amore per la nobile Venezia
che come fiore strappato dal mare
sulle acque ondeggia!
Del vivere tanto,con gioia o pianto,che rimane?
Che del nostro giorno,dell'alba e del tramonto?