Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Interreligione


Qualcuno mi dica se l'incenso odora
ancora come al tempo dei Magi,
se l'adorante gesto dei pastori,
che appese hanno sulle spalle
agnelle appena partorite, è ancora
simbolo dell'umiltà di una umanità
solidale e pacifica, se il Gloria
cantato dagli angeli inviati dal Signore
a guardia della grotta, dove s'aprì
la luce dell'infinito mistero e del dolore,
risuona ancora nell'alto dei cieli.
Io sento parole arruffate mischiate
confuse tra suoni di chitarra e nenie
di minareti, non sento il silenzio
del lento canto gregoriano.
E domani come sarà il cielo? Quale
sole splenderà, se il sole si asciuga
nella notte dell'universo?

Potrebbero interessarti