Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Il gobbo


Al tempo in cui il gobbo
governava il nostro paese
più tranquilli si viveva.
Non c'era lo "spread",
bollettino di Caporetto
della nostra economia!
Nessuno ti diceva se questo
indice percorresse in su
o in giù la via del mercurio.
Il divo Giulio,(così lo chiamavano),
se ne stava nel suo Olimpo
a concedere grazie e laute
buonuscite anticipate,
pur di restare al potere, perché
tanto, a suo dire, questo
non lo logorava affatto.
Logorò invece noi tutti:
il nostro debito crebbe a dismisura
e lo "spread" s'alzò così veloce
fino a toccare quote così alte
quasi fosse un bolide Ferrari.
Perciò i gobbi siamo noi ora,
(compresi i nuovi nati), cui
tocca portare sulle spalle
un peso che ci piega sempre più.