Login

Poesia di Vincenzo Fiaschitello - I robot
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
I robot 

Se e quando la polvere soffierai

dai miei fogli ingialliti dal tempo,

lettore sconosciuto, non guardare

se il lavoro è perfetto ( non c'è nulla

di perfetto sulla terra che calpesti),

non fissare nella memoria date e tempi,

domandati soltanto se emozioni

e passioni che leggi: ansia nel salire,

pene nell'attesa, titubante cuore

nell'amore, sono simili a quelle

che vivi nei tuoi giorni presenti

in cui crescono ovunque robot,

vaganti officine lucenti,

ripieni di transistor che, tra terminali

cristalli e giunzioni, fanno tutto

ma ignorano le stelle cadenti.

Leggi le più belle Poesie di Vincenzo Fiaschitello

Commenti

Potrebbero interessarti