Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

cespuglio
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
I doni della fanciullezza

Beata fanciullezza,
se hai bruciato nella corsa
l'erba alta dei tuoi campi,
se il tuo fiato hai spento
con gioia inenarrabile
nell'odore del fieno,
se il vento qualche notte
ti ha svegliato e portato
al timido orecchio lo stridente
suono di una carro per la selciata
strada del tuo paese,
se hai immaginato che solo poco
al di là delle colline e oltre
l'orizzonte marino, ti avrebbe
atteso il mondo intero da scoprire!
Ora che si alza l'acre odore
del tempo fuggitivo si annera
la memoria e solitario sto,
come il picchio sul tronco
della quercia, a tamburellare
con la dubbiosa penna sul bianco
foglio su cui mi specchio inutilmente.
Come grani del rosario, nell'aria
immota della sera, i silenzi
che avvolgono il mio cuore!

Potrebbero interessarti