Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

banchetto
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 

Giovanni il barista

All'opaca e obliqua
ombra della senilità
hai scordato l'agguato
della morte e vai
per un aperitivo con gli amici
da Giovanni il barista.
Tutti insieme a pranzo
siete in festa
e già un lungo tavolo
è pronto, e già odore
di arrosto e di salsicce
nell'aria si spande.
Che passione quel fresco
bianco e rosato novello
che a gran sorsi va giù!
Che brivido, però!
La dieta hai messo dietro
le spalle e chiedi pure
gelato e grappino.
Ma ora ti penti e ti lamenti
e preghi Giovanni il battista
che lavi i tuoi peccati di gola.

Commenti

Potrebbero interessarti