Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
E tu dimenticami

E tu dimenticami alla fioca
luce della notte lunare, posàti
in cielo gli occhi dall'altana
della tua silenziosa casa.
Non cercare tra le stelle sconosciute,
ma tra i teneri rovi del tuo giardino,
lì forse si torce ancora il mio respiro,
ogni angoscia di una vita che non è solo
la mia, ma di ogni cuore che prima
di noi è vissuto.
So della tua infinita dolcezza e pietà
di religioso sapore, vorresti offrire
a tutti un sudario in cui avvolgere
ansie e dolori del passato, le gioie
non vissute, i silenzi dell'anima.
Ma dimenticami... o se vuoi fatti
custode del fuoco di Vesta o dama
di un castello che s'erge sulle brumose
cime di un monte e nell'attesa di un sogno
che mai sognerai intreccia al tuo telaio
tra la trama e l'ordito la noia e la gioia
del nostro apparente mondo.

Potrebbero interessarti