Login

Poesia di Vincenzo Fiaschitello - Dileguano gli anni

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Dileguano gli anni

Dileguano gli anni,

la fronte poggiata sul vetro 

della finestra che guarda

sul lungo ponte del tempo che fu.

Fitta la nebbia che sale dall'abisso,

inutilmente il tuo dito disegna

un cuore sul cristallo appannato

dal tuo caldo fiato.

Misuravi i tuoi passi all'approssimarsi

di ogni bivio. E tanti furono

i giorni delle scelte di vita.

Perduti, ora, sono quei lontani giorni,

perduti i suoi occhi, il suo volto,

la sua voce! Se ancora sei in cammino,

non domandare alle rondini gaie

qual è la via: non potranno risponderti.

Loro non la sanno, scritta l'hanno

nel sangue e...vanno.

La tua, chiedila alle stelle!

Commenti

Potrebbero interessarti