Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

convento
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Al vecchio convento

Tra archi e colonne
e dorici capitelli
svolavano i miei capelli
in spazi senza soffitti,
dritti, gli occhi spulciavano
le stelle, pidocchi di un cielo
tutto blu, senza luna.
Dormivo? Sognavo?
Sprofondavo in una perversa
accidia che mi dava l'illusione
di perfetta libertà, disteso supino
su mattoni ancora tiepidi
del lungo giorno estivo.
Ricordavo la visita del mattino
alle rovine del vecchio convento,
accerchiato dai rovi di scure more
che s'avventavano a curiosare
fin dentro le antiche dimore delle suore.