Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

notte tramonto
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Quando verrà domani

Anni fa (molti!...) non ero ancora nato,
certo allora non lo sapevo, non potevo saperlo!
Splendeva il sole, baluginavano le acque
dei laghi e dei fiumi, le cime dei monti
si elevavano al cielo, gli innamorati
sperimentavano la loro tenerezza sotto
la notturna luna, un giovane poeta ebreo
profetava la sua tragica morte in quell'ora
di persecuzione nazista.
Ma nulla io sapevo!
Quando verrà domani, giorno pieno di luce,
di verdi prati, di allegri uccelli
o quando verrà la notte silenziosa carica
di stelle in cui io non ci sarò,
non avrò più occhi, né orecchi, né potrò
parlare perché la mia lingua in bocca
sarà immobile, allappata come se avesse
toccato una bacca di acerbo mirtillo.
Nulla io saprò!
Anima. ombra fedele del mio corpo,
quando in terra crollerai come un vecchio
inutile albero, inchinati a raccogliere
te stessa e, posata sul grembo della notte,
ascendi in un angolo di cielo.
Il tuo angolo ti attende con un fiore di cristallo
in cui chiuso sta il tuo viaggio, minuscolo
segmento di inquieta terrena vita.