Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Le tue bianche parole

E tu da tempo ormai
m'hai dimenticato.
Più non so quante bacche
sono cadute sulle siepi,
quanti fiori di limone
sono sbocciati ad ogni plenilunio,
quante mandorle ad asciugare
al sole nei crocicchi del nostro paese.
Volavano alto le tue bianche parole
come colombe che toccavano
l'azzurro del cielo e sparivano
presto all'orizzonte.
Le nostre vie barocche e parallele,
deliri senza valido ponte.
E tu dimenticami ora che sei
ombra lontana e fioca
come voce di un'eco
che lentamente muore
nella profonda languida valle.
A sera nessuna profumata
essenza di questa primavera
può farti rammentare di me.
Pure,tra i banchi di scuola,
tu sola m''incenerivi il cuore
quando i tuoi brucianti
occhi su di me si posavano.