Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
La trottola

Viaggia la mia anima sul mare,
lieve come un gabbiano
sospinto dallla brezza, fino a planare
sulla strada che tu fanciullezza
rammenti ancora.
Ti vede con le guance rosse
con gli occhi irati,
rauca la voce per lunghe
alte strida e audaci ingiurie
all'amico cui la fortuna
ha guidato la mano a bucare
la tua piccola trottola di legno
dal lungo laccio lanciata
che umiliata ora giace al suolo.
Mi hanno detto che a un simile
crocicchio un tempo altri fanciulli
roteavano le loro trottole
soffrendo uguali assilli.
Più tardi cominciando a correre
sul viso la delicata peluria
e inebriando i cuori gli ardenti amori,
sempre s'apriva il futuro
alla gioia del mattino.
Non si sa come fu che il tempo
con rapido inganno inclinò
la bilancia su vie percosse
da inquieti dubbi e amari cedimenti!