Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
La capanna dello ziu Ciccu

Il vecchio Ciccu, classe novantatre,
dopo aver preso parte a tre guerre,
indenne era tornato a lavorare le terre.
Una mattina restò, lungo la carraia,
sotto il carretto carico di legna.
Per due interminabili ore atrocemente
soffrì mentre immagini dei tanti
compagni caduti accanto a lui nel deserto
libico, presso gli argini del Piave e gli altipiani
dell'Abissinia, gli tornavano alla mente.
Oh,la gloria, la gloria! Si muore e null'altro!
Ziu Ciccu aveva posto una capanna
in alto su un carrubo centenario.
Era bello ammirare il panorama da lassù:
lontano brillava il mare, mature erano
le mandorle, quasi tutte nere le carrube.
Nel cuore un rimpianto vivo
che l'adolescenza d'allora imparò a custodire,
come tutti gli altri che seguirono, foglie d'autunno
a lungo macerate dal dolente vento della vita.