Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
L'effimero istante

Per quali vie allora vagava

il tuo profondo cuore, dov'era?

Nella perduta innocenza?

Nella volontà innamorata di seguire

una verità che altri con gioia paterna

sminuzzava per te?

Con fedeltà costruivi l'itinerario 

del tuo terrestre viaggio.

Ma quante e quali prove ad ogni

bivio dove la luce si velava

e fermava il tuo incerto passo!

E sempre torna la sera, e torna la notte,

sale il giorno sul cuore dei ricordi:

non c'è passato né futuro meno reale

del presente. E' così che l'effimero istante 

si fa eterno, glorioso nella gioia e nel dolore.

Commenti

Potrebbero interessarti