Poesia di Vincenzo Fiaschitello L'assedio dei rimorsi
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
L'assedio dei rimorsi

Giunta è l'età in cui è saggio

accordare i propri pensieri al rombo

dell'onda che dall'Ade sale.

In bilico tra eventi circuenti,

ti muovi, ostinatamente persa,

con il corpo non più inzeppato d'artifici,

offrendoti in pasto a coloro che da tempo

ti annunciano il naufragio della carne.

Dai benpensanti ecco pronto il monito

di giusta punizione: altra via non c'è

per una vita vissuta di avanzi che poco

ha tenuto a bada desideri deliranti.

E tuttavia, sebbene soffrano l'assedio

dei rimorsi, le tue parole hanno ancora

odore di sogni, pur se gracili come spighe

rimaste a lungo nell'ombra, al suolo chinate.

 Leggi le più belle Poesie di Vincenzo Fiaschitello