Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Il filo rosso d'Arianna

Attendi da me un mutamento
del cuore che so che non verrà.
Pensieri che ricordano un passato,
pensieri che rievocano morti pensieri,
pensieri che corrono lungo
il filo rosso d'Arianna!
C'è un'Arianna per tutti, un'Arianna
che ti porge un filo e tu, sgomitolando,
corri come Teseo per i labirinti
della memoria.
Fortunato se trovi la tua meta,
il progetto che qualcuno scrisse per te
come futuro, ma che ora è presente
ed è già passato: tempo dentro il tempo,
acqua dentro acqua, dolore dentro dolore.
Corsa vertiginosa, incandescente,
che ti precipita in una voragine
dove i morti non sono morti, ma più vivi
di te: ti guardano, ti sorridono, ti vogliono
aiutare, ma non hanno carne per poterlo
fare. Ti resta solo il rosso filo d'Arianna
e speri che ti basti.
E' così che vive il passato nella memoria,
è così che i morti vivono,
non già richiamati da formule magiche
come fantasmi evocati dai medium!