Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Giunto è il tramonto

Giunto è il tramonto, riposa
anima pensosa,
non sempre lieta del passato,
memore delle spine della tua vita:
ora non c'è che fioca luce a tingere
il giorno d'amare pene.
Anche tu hai percorso le tracce di Caino,
forse senza neppure avvedertene,
però le hai percorse, mia anima.
Traevi dall'antico idioma del latino
inesplorati miti che ingravidavano
la speranza d'accesi sogni impossibili.
Non sentivi attorno a te i richiami
ora blandi ora severi che da ogni parte
come brezza lieve o impetuoso vento
ti colpivano?
Sontuose immagini ti figuravi e libera
e snella come fanciulla a primavera
fiori coglievi in valli e campi non tuoi,
finché...finché un giorno l'alata acqua
della fontana del tuo giardino non s'alzò
più alta del volo di un piccolo passero
uscito appena dal suo nido.
E s'aprì la via alla malinconia!