Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-vincenzo-fiaschitello/dismemoria
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktdmluY2Vuem8tZmlhc2NoaXRlbGxvL2Rpc21lbW9yaWE=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Vincenzo Fiaschitello
    Dismemoria

    Dismemoria, alzheimer,

    che un poco al giorno sprimacci

    la sua mente, inchiodi le sue sinapsi,

    invadi, obnuboli e fai scempio

    della sua persona. Tutto è infranto

    in lei, declina irrimediabilmente

    ogni volontà, ogni capacità di far 

    convivere le cose pensate

    con l'immagine e con il nome:

    l'esistente si muta in inesistente

    scollato dalla realtà. Nulla sono 

    per te, madre, io che inutilmente

    ti sfolgoro dinanzi a tutte le ore

    e mi invento una memoria, radicandola

    in quell'ammasso di carne che come

    corpo altro si specchia nel mio.

    Leggi le più belle Poesie di Vincenzo Fiaschitello

    Commenti

    Potrebbero interessarti