Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Dall'erba molle

Dall'erba molle
lievitata dalla terra
saliva un brivido
di paura d'ignoto
che mordeva l'anima.
Fantasmi del buio,
fuochi che incenerivano
le notturne ore.
Sento ancora il dolore
della sconfitta nella voce
di mio padre che mi spronava
al coraggio dell'audace impresa,
prova di vita.
Ora che tocco quei luoghi
un sorriso quel che mi fece
soffrire,un rimpianto
per quel che il tempo
non potrà più ridare,
dolci e cari visi crollati
come archi non più stretti
da pietra maestra,passi
e movenze che l'eterno
silenzio spense.