Poesia di Vincenzo Fiaschitello - Che importa se nessuno mai leggerà?
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Che importa se nessuno mai leggerà? 

Spesso mi fermo su una riva solitaria

a ricordare l'avversa sorte tua,

a pensare a quel che ti ha svuotato

la testa per riempirla di nulla.

Nulla... Tutto inaridito!

Eri come un cielo limpido di primavera,

il viso dolceridente di luna ammantato,

un mare azzurro il tuo amore,

sussurro di una quieta onda.

Sono nel cuore del tuo pensiero a rammentare

con te il sonno di pallidi sogni!

Nessuno forse mai leggerà questi versi

scritti con parole fuori corso,

invalida moneta. Che importa?

Non è forse perché non li ho mai scritti?

 Leggi le più belle Poesie di Vincenzo Fiaschitello

Commenti

Potrebbero interessarti