Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Anima

Rauco punteggiava gli istanti
del meriggio estivo
il monotono canto della cicala,
attorno tratteneva il respiro
tutto il mondo. Si era
come in una sfera irreale
in cui nell'eterno presente
sembrava coagularsi il tempo.
Anima,labile tela nella cornice
del mio corpo incastonata,
fuori del tempo e dello spazio
monade che il mio essere
schiodava al di là della stessa
vita da ogni ruolo e forma
concreta del reale. Anima,
del quotidiano vivere banale
deformante specchio bizzarro.
Volti sorrisi lacrime,
ombre di una inespressa
ricchezza,doloroso corteo
trionfale di una vita che declina.