Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
A lungo ho tardato

A lungo ho tardato a far conoscere

i miei versi, perché non volevo

che altri mi strappassero la maschera.

Mi piaceva apparire diverso

da quel che ero, di sentimenti

opposti a quelli che mostravo:

duro senza cuore e pure cinico.

Infine il cumulo degli anni

mi ha fatto paziente e attento

all'abisso aperto dinanzi all'io,

aperto sull'infinito, scioccamente

visto tanto vicino, quanto più

è lontano, a distanza invalicabile

dal mio buio. E' poco benedire

questa matura esperienza di vita,

crudele ma odorosa come rosa

immersa nell'aria del mattino,

crudele ma veritiera perché

mi scioglie antichi sogni di giovinezza

e mi fa comprendere come negli altri

affiori lo stesso infinito che ho sempre

evocato tra l'aroma dei crepuscoli 

e delle albe di giorni vissuti

nella magia della poesia.

 Leggi le più belle Poesie di Vincenzo Fiaschitello

Commenti

Potrebbero interessarti