Poesia di Umberto Saba - Notte d'estate

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Umberto Saba 
Notte d'estate

Dalla stanza vicina ascolto care
voci nel letto dove il sonno accolgo.
Per l'aperta finestra un lume brilla,
lontano, in cima al colle, chi sa dove.
Qui ti stringo al mio cuore, amore mio,
morto a me da infiniti anni oramai.

Il poeta sente voci care nella stanza vicina, ma gli manca il suo amore, ormai da molto tempo.
da: Il Canzoniere