Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Sara Leonardi
Una panchina nel parco

Apro gli occhi.
Sono circondata dai ricordi,
vivo nella nostalgia di quei giorni in cui ogni cosa appariva di un colore chiaro, luminoso
ormai divenuto pallido e grigio.
Ciottoli levigati ricoprono il mio cammino
mentre un eterno e sofferente viaggio nella memoria mi accompagna inesorabilmente.
Sono sola,
o forse è soltanto il mio cuore a sentirsi tale.
Le serene urla dei bambini mi distolgono dai pensieri ;
Torno nel mio corpo.
Qualcosa attira la mia attenzione,
una panchina sembra trascinarmi verso di lei.
Mi siedo,
Sfioro con un dito il suo legno:
È ruvido,
ma caldo come l’abbraccio di un amico.
Mi volto ed un soffio di vento accarezza il mio viso,
un meraviglioso salice tende i suoi rami alla volta del verde dell’erba del parco;
Avevo dimenticato la bellezza del colore della speranza...
Nella mia mente regna una rara armonia,
anch’essa appare illuminata dai raggi del sole:
Mi rapisce
e dolcemente mi strappa una lacrima ed un sorriso.
Chiudo gli occhi.