Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesie di Sandro Penna viuzza  del sito Reportonline
Poesia di Sandro penna
Ero per la città  fra le viuzze

Ero per la città, fra le viuzze
dell'amato sobborgo. E m'imbattevo
in cari visi sconosciuti... E poi,

nella portineria dov'ero andato
a cercare una camera, ho trovato...
Ho trovato una cosa gentile.

La madre mi parlava dell'affitto.
lo ero ad altra riva. Il mio alloggio
era ormai in paradiso. Il paradiso
altissimo e confuso, che ci porta
a bere la cicuta...
Ma torniamo
alla portineria, a quei sinceri
modi dell'una, a quel vivo rossore...

Ma supremo fra tutto era l'odore
casto e gentile della povertà.

La poesia è contenuta nella prima raccolta di Sandro Penna. Poesie 1939
Anche quando la lirica assume un andamento narrativo, si tratta sempre di un racconto ellitico per cenni e scorci.  L'effetto è quello come ha scritto Piero Bigongiari di un «fiore senza gambo»
Il riferimento è naturalmente a Socrate, che fu condannato a bere un decotto di cicuta dopo essere stato accusato di corrompere la gioventù ateniese.

Leggi le Poesie di Sandro Penna

Commenti

Potrebbero interessarti