Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Salvo Padrenostro
Da Endimione


Arrampicarmi sul sentiero
delle tue vertigini notturne,
sentire ancora scorrere le ore
sul quadro mai incantevole.
Ti baciai quando persi le labbra
nelle spirali del sonno;
fu vero l’incanto, il bacio
una menzogna sussurrata dal sogno.
Ti ho rimpianta come si rimpiange
tutto il tempo trascorso senz’amore;
e mi convince per niente la morte,
quando mi seduce facendomi la corte.
Anche se consapevole sono d’esser
nulla, se nulla si può essere, ai tuoi
occhi m’abbarbico e mi faccio casto
alle lusinghe di chi con sé mi vorrebbe.
Confido nella diagnosi sbagliata,
confondo il tutto con il resto e tu
in questa notte non m’abbandonare,
c’è un’altra notte ancora da passare.

Potrebbero interessarti