Login

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Rosario Raffa 
Il fiume 

Giù, dalle valli stanche
scendono le acque bianche,
il vecchio fiume porta al mare
dei monti le cose più care.
Dalla sorgente alla foce
mormorando a gran voce
nella stagion delle acque
rispondi alla gente che t'odia.
E quando nella stagion dell'arsura
muore del contadino la verzura
ei guarda gli aridi campi
e in ginocchio prega i santi
per una stilla d'acqua nel tuo letto
verrai da lui alfine benedetto.
Ed io d'in sul vecchio ponte
che giunge a fianco il monte
ti guardo, t'ascolto e mi vanto
di fare a te, il primo mio canto.

Commenti

Potrebbero interessarti