Login

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Rosario Raffa
Diario di bordo

Sto sfogliando il libro della mia vita
Scatola nera di un viaggio
Di questo bimbo
Nato il tredici di maggio.
Rileggo il diario di bordo
di questa traversata dell’oceano, che è la vita.
Quante pagine già scritte
Pochissime, quelle ancora da riempire.
Sembra che si tingono d’azzurro
Quelle vergate nei giorni di bonaccia.
Si colorano in grigio scuro
quelle scritte quando infuriava la tempesta.
Il porto di rimessa è ormai vicino,
Giungerà presto il disarmo della mia nave.
In questo porto aspetterò quel giorno,
Guardando gli splendidi tramonti.
Sugli scogli sbilenchi dei ricordi
Scriverò le pagine ancora bianche,
mentre il sole scende lentamente dentro il mare
E il mio sguardo oltrepassa l’orizzonte e va lontano.
Ascoltando quel mare e le sue onde
Mi sovviene, con un brivido,
il verso del poeta modicano:
“ Ed è subito sera”.
Il diario di bordo è terminato.

Marzo 2014

Commenti

Potrebbero interessarti