Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Rosa Staffiere 
Piansi 

Gli occhi aridi di lacrime
implorai la nuvola
gonfia di pioggia
che m'avvolgesse
dissolvendosi in vapore.
L'uragano che strappa
e tutto travolge
nel cieco vortice, pregai:
trascinami con te
come foglia morta.
Implorai lo stordimento
la perdita di memoria
e con essa la ragione
io vile, che avevo terrore
di restare sola col mio dolore.
Ma, mani sante
grondanti sangue
si protesero pietose su di me.
Il cielo tutto con i cori angelici
io pregai perché lenissero
la mia sofferenza.

Commenti

Potrebbero interessarti