Poesia di Rosa Maria Chiarello - E si dicevano uomini… (per il giorno della memoria)

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Rosa Maria Chiarello
E si dicevano uomini… (per il giorno della memoria)

File di anime

si apprestano alla morte,

stipati in vagoni,

percorrono vie sconosciute.

Marchiati,

come animali al macello

hanno perso la loro identità.

Numeri sono diventati

ammassati in umidi loculi.

La sirena grida a gran voce

l'apprestarsi del nuovo giorno,

nuvole nere di fumo

si ergono al cielo,

odore acre

di carne umana

impregnano le narici.

Vite annientate

da uomini senza cuore

hanno trafitto cuori e corpi

di madri, padri, figli, fratelli.

Bambini inconsapevoli

continuano a sporcarsi

in pozzanghere di sangue

mentre si consuma

la brutale tragedia

che la storia

non può dimenticare.

Leggi le più belle Poesie di Rosa Maria Chiarello

Rosa Maria Chiarello

Tutti i diritti riservati

Tratta dalla Silloge Cristalli di luce

Commenti

Potrebbero interessarti