Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-polixena/poesia-di-polixena-rosso-di-sera.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktcG9saXhlbmEvcG9lc2lhLWRpLXBvbGl4ZW5hLXJvc3NvLWRpLXNlcmEuaHRtbA==
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     


    Poeti Emergenti -
    Poesia di Polixena -
    Rosso di sera -


    Le rondini

    lanciano gridi improvvisi

    nella sera:

    è l’unico modo

    per non impazzire di gioia

    mentre il sole

    fa arrossire i muri delle case

    e il vento chiacchiera

    tra le foglie più alte.

    C’è qualcosa di strano

    in questo vento:

    vento di nord-est

    che sussurra

    ricordi vecchissimi

    forse di altre vite,

    profumi di legna

    gettata nella stufa,

    rumore di passi

    in un’altra stanza,

    un raggio di sole

    illumina la cucina

    attraverso i vetri

    appannati dal vapore.

    Attorno alle pentole

    gesti rassicuranti

    di mia madre

    che prepara il pranzo;

    mi sento invadere

    da tutte quelle sensazioni:

    il mio essere è colmo

    e non ha desideri,

    in ginocchio sulla sedia

    continuo a disegnare

    animali fantastici

    e case felici

    con il fumo

    che sale dal camino.

    Fra poco

    entrerà mio padre

    il vestito della domenica

    le scarpe nere, lucide:

    tutto sembra fermo nel tempo

    avvolto da un amore

    sussurrato sottovoce,

    ma forte nelle sue radici.

    Ora sulle facciate delle case

    si allungano

    le prime ombre della sera,

    il riaffiorare di quel ricordo

    mi ha fatto riprovare

    una pienezza mista

    ad una profonda malinconia.

    Adesso so che la felicità

    non può essere intrappolata.

    Commenti

    Potrebbero interessarti