Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 



Poeti Emergenti -
Poesia di Polixena -
Distanze -


Sono fuori per un lavoro

(ce ne fossero tanti…)

mangio nel self service

dell’IKEA,

ma tu dormi…

mi sono svegliato presto

stamattina:

notte agitata, latrati di cani,

voci dalla radio, zanzare.

5.05: sveglia,

e tu dormi…

·
Ti penso

(ogni tanto)

poi scorre la vita,

eventi che s’ accumulano,

il tempo si rincorre,

stringo i denti,

poi lascio andare:

la luna è alta nel cielo,

profumi d’altri tempi

invadono la notte,

appoggiato alla finestra

aspetto un cenno

che si calmi

che venga il silenzio,

poi dormo,

ma tu che fai?!

Sei forse abbagliata

dalle luci colorate della sera,

i grattacieli che si innalzano

inquieti a toccare

le ultime nuvole rosa,

un taxi giallo che passa:

sembra un film,

facce sconosciute

attraversano la strada

e tu felice per essere lì,

con loro,

poi di colpo

un sussulto di nostalgia

ti porta lontano,

uno sguardo, un sorriso,

ricordi di bimba,

un abbraccio ti stringe,

ma è solo un amico

che dice: abbiamo vinto!

Campioni del mondo,

si fa festa

e più vicina sembra la casa.

·
Ora ti vedo assonnata

la testa contro il vetro

del bus che ti riporta indietro.

Ora dormi

in chissà quale stanza,

quale letto lontano

mentre qui corro ai 140

verso Milano.

Ancora dormi,

ho appena mangiato,

intorno c’è gente:

donne e bambini

qualche anziano,

giovani coppie,

sogno nella mano,

volti felici, talvolta,

ma forse tu dormi…

Mi piace pensarti,

un giorno,

gli studenti attorno,

tu che parli d’arte,

a far rivivere i segni del passato

nell’ombra fresca di qualche cupola

a fissare i colori di un tempo

a raccontare le emozioni

dei grandi

o a raccontare le tue,

per lasciare un segno

che dentro porti anche un po’ di me…

·
Dormi piccola,

ora non ci pensare;

ecco mi tocca ancora

divorare strada, buttare km

alle spalle e poi anch’io

sprofonderò nel sonno.

E finalmente

la grande mela si sveglierà

e tu con lei

guarderai il sole

che ha lasciato i nostri tetti

e ora illumina

la dolce Signora.



Guai a dimenticare!

Custodisci immagini, elabora emozioni:

ti daranno forza quando dovrai lottare,

ti offriranno rifugio

quando avrai paura

o ti sentirai sola.

Tienti stretta la vita

è tutto ciò che hai:

cerca di coglierla

in ogni gesto

e ricorda di mettere il cuore

in tutto ciò che fai.

Commenti

Potrebbero interessarti