Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 


Poeti Emergenti 
Poesia di Polixena 
Autunno



Arriva in punta di piedi

quasi non te ne accorgi

come gli anni che passano

folate di vento fra i capelli

colpi di sole a colorar le foglie

i pensieri spazzati via

e poi dispersi

sui campi arati di fresco

l’odore delle zolle umide

spalanca le porte ai sensi assopiti

a ricordi perduti.



Una pioggia sottile

avvolge boschi e campagne

un’immagine antica riaffiora

da un vecchio libro di scuola:

un orto, le luci appannate

riflesse sui banchi;

da una grande finestra

vedo i tetti rossi,

l’asfalto grigio scintillare

sotto una pioggia insistente

che pare soffocare le risa

tra i grembiulini neri e bianchi

giù nel cortile.

Ma una voce familiare

mi porta via

Il cuore tracima d’affetto e nostalgia

mentre un arcobaleno inaspettato

scopre lembi di cielo.



·Brillano le lamiere

e si accendono le gocce

appese alle foglie degli alberi,

le bacche sono gioielli vermigli

che splendono

mentre il sole scompare

dietro le quinte scure dei monti.



Chiassosa una nuvola di storni

assedia un albero

sul grande viale

mentre le luci della città si accendono

e le auto lasciano

strisce di colore nella notte.



Ad un tratto tutto si fa silenzio:

Tra le fronde

nascono sensazioni leggere

e un vento fresco

le trascina in alto

dove una luna curiosa

guarda le prime foglie

cadere giù nella strada

a coprire l’asfalto,

ad attutire i rumori dei passi.



Ci vuole silenzio


Arriva in punta di piedi

quasi non te ne accorgi

come gli anni che passano

folate di vento fra i capelli

colpi di sole a colorar le foglie

i pensieri spazzati via

e poi dispersi

sui campi arati di fresco

l’odore delle zolle umide

spalanca le porte ai sensi assopiti

a ricordi perduti.

·

Una pioggia sottile

avvolge boschi e campagne

un’immagine antica riaffiora

da un vecchio libro di scuola:

un orto, le luci appannate

riflesse sui banchi;

da una grande finestra

vedo i tetti rossi,

l’asfalto grigio scintillare

sotto una pioggia insistente

che pare soffocare le risa

tra i grembiulini neri e bianchi

giù nel cortile.

Ma una voce familiare

mi porta via

Il cuore tracima d’affetto e nostalgia

mentre un arcobaleno inaspettato

scopre lembi di cielo.

·

·Brillano le lamiere

e si accendono le gocce

appese alle foglie degli alberi,

le bacche sono gioielli vermigli

che splendono

mentre il sole scompare

dietro le quinte scure dei monti.

·

Chiassosa una nuvola di storni

assedia un albero

sul grande viale

mentre le luci della città si accendono

e le auto lasciano

strisce di colore nella notte.

·

Ad un tratto tutto si fa silenzio:

Tra le fronde

nascono sensazioni leggere

e un vento fresco

le trascina in alto

dove una luna curiosa

guarda le prime foglie

cadere giù nella strada

a coprire l’asfalto,

ad attutire i rumori dei passi.

·

Ci vuole silenzio