Login

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

passeggiata
Poesia di Giovanni Pascoli

Sera d'ottobre

Venne la sera ed abbuiò le strade.
Stridule, qua e là, di più colori,
correan le foglie; non s'udia per gli ampi
filari che il vocio degli aratori.
E tutta la semente era nei campi.
Or le vacche tornavano alle stalle:
e la gente, ciarlando per la via,
saliva coi marrelli sulle spalle.
Sonò, di qua di là, l'Avemaria.
Ora il fuoco accendeva ogni capanna
e i bimbi sazi ricevea la cuna,
col sussurrare della ninna nanna.

Leggi le Poesie sul mese di Ottobre

Commenti

Potrebbero interessarti