Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Niccolò Magri
Il destino degli uomini

Al cuor repente perisce il sentimento;

Oblio s’è fatto re nella mia testa
e pasto fa di quel che può avvinghiare.

È bestia, fera, che nel pensier s’annida
e asconde.
Seconde stagioni non si attarda a ricercare.

Io sento quel momento di terribil svanimento,
svenimento dell’alma e dell’imago
ch’ormai non ha più lume.

Tosto vedrete lo viso imbrunir
al sentor dell’accaduto:
e cade debole luce nell’orrido sfumare,
che fallisce il ricordo.