Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

re magi poesia di gabriele d'annunzio
Poesia di Gabriele D'Annunzio
I Magi

Gaspare, Melchiorre, e Baltazare
seguono l'Astro in lor cammin fedeli.
Ben tutti li astri a lor, come da steli
invisibili, paion s'inchinare.

Lasciano un lungo odor le spezie rare,
qual solco, per ove ansano i cameli.
Vanno i Magi a Betlemme; intento ai cieli
han l'occhio, e vanno; e chiedono adorare.

Non re, non mago io già, ma pur seguace
d'un alto Segno, io chiedo sol, Reina,
t'adorare. La mirra ecco, e l'incenso!

Non l'oro (ché già tutto a la vorace 
fiamma io lo diedi ne la mia fucina), 
non l'oro ma il mio vano amore immenso. 

Epifania 1891

Potrebbero interessarti