Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

foglie
Poesia di Mimnermo
Viviamo come i petali...

Viviamo come i petali, che la fiorita stagione di primavera
ingemma, quando rapidi sbocciano al tepore del sole;
simili ai fiori, per la durata d'un attimo, di giovinezza
prendiamo diletto; per volontà degli dèi, non conosciamo
 il male né il bene. Ci sono compagne le nere Parche,
l'una col termine d'odiosa vecchiaia,
l'altra di morte. Effimero è il frutto
di giovinezza, dura quanto un giro di sole sulla terra,
e, quando è trascorso il termine della stagione,
 meglio è morire sùbito che seguitare a vivere.
Innumeri malanni s'annidano nel cuore; qui la casa
cade in rovina, e pesano lacrimosi travagli di miseria;
un altro perde i figli, e, nel rimpianto struggente
dei morti, scende sotto terra, nell'Ade,
un altro è colpito da sincope al cuore; non c'è nessuna
creatura umana, cui Zeus  non sia prodigo di innumeri guai.

In questo componimento Mimnermo, poeta greco del VI secolo a. C., esprime il suo atteggiamento nei confronti della vita.
Già il primo verso 'viviamo come i petali...' esprime tutta la caducità la fragilità che, secondo l'autore, contraddistinguono l'esistenza umana