Poesia di Mauro Pacella - Tramonto

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Mauro Pacella 
Tramonto

Il cielo frastornato dai gabbiani

vanifica il tramonto.

E tu da me divisa

soffri ancora il mio pianto,

anima intrisa

d'imperdonabile amore.

Discende poi la sera,

quasi pietosa madre

copre un sogno ferito 

e fa tacere ogni altra voce. 

Amara foce di ripensamenti,

di acque torbide che il fiume rende al mare