Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Poesia di Marzia Serpi 
Vanità e abitudine 

Quando misi al dito il primo anello
lo guardavo sempre, era tanto bello
guarda e riguarda era una gioia
però lo sentivo e mi dava noia.
Venne il secondo e il terzo ancor più di valore
solo il dito nel mio corpo era un signore!
Or più non li sento, sono abituata
han creato una fossetta arrotondata
come se fossero nella mia pelle incastonati
se ne stanno lì e non li ho più guardati.