Login

Pin It

Poesia di Maria Pellino
Desideri

Qual'é quel tempo che come coltre avvolge di dolcezza il sorriso di chi si ravvede.

Quale quel tempo impaziente

che inebria in delizia

i desideri notturni degli amanti

e quello sprecato

che muove fiamme e veleni,

macerie e fatiche.

Vi è una brezza salubre

che si insinua nelle ore avvizzite della ragione e rende purezza all'inganno dell'esistenza.

Oh tempo, gemma di pienezza,

che ti discosti in attimi dall'equilibrio,

rimani orma di eterno,

vortice del tuo continuo aggrovigliarti

nella scia della memoria.

@MariaPellino

Pin It

Commenti