Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Giro e rigiro
di Marcello Chinca


Giro e rigiro il pensiero del nostro amore e nulla lo confuta, il senso della sua irruente redenzione nulla lo contamina, inimitabile il sublime a tratti sgomina in lacrime, isola immota dove mai s'approda dal largo della costa, dove poi cieco nella notte senza te la morte ristagna nelle forme immense della comune dissolvenza, dove soltanto il cuore riannoda la musica di un accordo che fu senza fine, ora risacca che torna, che s'infrange, che urla il tuo nome sopra il mare oscuro della notte senza luna e nera, e ciò per esseri vivi nel flagello in cui l'inesplicabile pace regni dove batte il cuore segnato dal dolore, quando all'alba ritornerà l'insperata gioia del moto dei passi perfetto del nostro cammino mentre ci stringiamo la mano senza più parole...









248547_1387185096768_1746289402_630510_7537969_n_2

Potrebbero interessarti