Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

 vento

Poesia di Luigi Pirandello
Le fatiche del vento

Molto ha da fare il vento con le nuvole
frivolo annento senza disciplina.
Piace al sole con pompa e con ossequio

d'esser accolto in cielo ogni mattina:
e fin dall'alba ecco il vento in servizio
a preparargli una regal cortina,
a cui con estro immaginoso ingègnasi
a dar novella foggia; e ne combina
spesso di belle assai: rosse, con aurea
frangia o d'argento con purpurea trina.
Sul vespro poi, nuovo apparato! Gli uomini
soglion tra loro chiamar pazzo il vento:
forse perchè si pensa che non debbono
costar fatica alcuna, alcuno stento,
que' suoi servizi; ma, se gli si sbandano
le nubi, e il Sol se ne va via scontento?
Se ogni villan vuoI acqua sul proprio
campicello, e lui su pel firmamento,
gira e rigira, non trova una nuvola,
quando poche sarebbero anche cento?

Orìginale e profonda è l'interpretazione del vento che, ben lungi dall' apparìre ìl solito scanzonato monello, è esaltato per l'ansiosa operosità con la quale adempie alle mansioni affidategli.
Nell'immaginosa animazione della poesia, senti il commosso atteggiamento dell' autore dì fronte a questo fedele vassallo del sole.